giovedì 3 novembre 2016

Recensione "La prima cosa bella" di Bianca Marconero


Titolo: La prima cosa bella.
Autore: Bianca Marconero
Pagine: 317
Editore: Newton Compton 
Prezzo: 5.90 €

Trama


Esiste solo l’amore non corrisposto: questa è la convinzione di Dante Berlinghieri, ventunenne nerd appassionato di cinema e fumetti.
Tra una birra nel solito posto, un esame all’università e una sosta in fumetteria, la sua vita scorre più o meno tranquilla. Ma una sera come tante, in uno dei soliti posti, arrivano anche delle ragazze e da quel momento il mondo di Dante verrà completamente capovolto. Si ritroverà promosso al ruolo di regista in un film amatoriale, si innamorerà senza essere riamato, e a sua volta non ricambierà una ragazza che invece si innamora di lui. E in un susseguirsi di eventi imprevisti e imprevedibili, Dante scoprirà che nulla è come aveva immaginato…





Quando arrivi a desiderare di leggere tutti i libri di un autore vuol dire che quest'ultimo ti ha letteralmente conquistato.
È quel che mi è successo con Bianca Marconero, e devo dire che neanche questa volta ha deluso le mie aspettative.
La prima cosa bella è un romanzo fresco e leggero che si fa leggere con voracità. All'apparenza una comunissima storia d'amore, si rivela invece una piacevole sorpresa a partire proprio dal protagonista.
Dante è un autentico scemo, non c'è niente da fare: nerd da che se ne abbia memoria pensa di poter controllare la sua vita come il copione di un suo cortometraggio, senza mettere in conto gli incidenti di percorso. Troppo impegnato a giudicare a prima vista e a interpretare la realtà secondo gli schemi dettati dalla propria esperienza, spesso finisce per non vedere la Verità, chiara agli occhi di tutti meno che ai suoi, cosa che lo caccerà in un mare di guai.
Ma nonostante Dante abbia un sacco di difetti non si può proprio fare a meno di affezionarsi a lui, perché del resto sono i nostri "spigoli" che ci rendono diversi dagli altri, unici e speciali.
L'altra figura che spicca è Beatrice: dalla pazienza tale da meritare almeno la beatitudine, una protagonista diversa dal solito, buona sì, ma che non si lascia prendere in giro, ha il coraggio scegliere ciò che è meglio per lei. Un personaggio davvero riuscito, soprattutto per la sua capacità di comunicare col lettore anche attraverso poche battute e i suoi silenzi.
Il resto dei personaggi contribuisce a creare un cast eccellente: un mix di personalità forse un po' stereotipate, ma ben delineate e che si inseriscono alla perfezione nell'intreccio.
Al di là della trama, che può piacere o meno, La prima cosa bella è un buon romanzo perché è come passare del tempo in compagnia di un amico a parlare di film e fumetti. Se siete appassionati di entrambi non potrete fare a meno di sentirvi a casa, di riconoscerete le citazioni e di apprezzarle, vi sentirete parte del libro, come un altro dei personaggi, assidui frequentatori di fumetterie e farete parte dell'esclusivo cineforum messo su da Dante.
Personalmente ritengo che questo libro sia scritto in modo sublime, nell'inconfondibile stile dell'autrice, scorrevole ma al tempo stesso con un qualcosa di poetico, che riesce a inciderti ogni singola frase nel cuore. È bello perché io potrei essere Dante, perché un po', in fondo, lo sono e forse lo siamo stati un po' tutti. È bello perché, nella sua spensieratezza, insegna a non dare niente per assolutamente certo, perché se la vita la lasci fare "vedrai che ti sorprende"; perché non sempre ciò che è bello e che desideriamo coincide con quello che vogliamo realmente; perché nel bene e nel male le nostre azioni hanno sempre delle conseguenze; perché a volte bisogna lasciare il nido delle proprie sicurezze e lanciarsi nell'ignoto per inseguire i propri sogni, per seguire il proprio cuore.

Infine ringrazio l'autrice perché questo libro era ciò di cui avevo bisogno: una speranza, un incoraggiamento, una storia coinvolgente. Non so come faccia, ma i suoi libri giungono sempre al momento opportuno.


4 commenti:

  1. Ce l'ho in wishlist e mi incuriosisce tantissimo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, leggilo! E poi fammi sapere ;)
      Non è la solita storia d'amore, anzi! Secondo me il suo punto di forza è anche il fatto di discostarsi dalle solite uscite Newton e del resto dei romanzi rosa in generale.

      Elimina
  2. wow che bello leggere il tuo entusiasmo Yvaine, voglio assolutamente leggere questo libro <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo e poi fammi sapere! ;)
      Mi parte l'entusiasmo automatico ogni volta che si parla di Bianca Marconero, era inevitabile essere entusiasta anche per questo suo romanzo!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...