lunedì 23 gennaio 2012

Firelight- La ribelle

Firelight- La ribelle, di Sophie Jordan, primo libro di una trilogia composta da:
- Firelight- La ribelle;
- Vanish;
- ???

Iniziato il: 15/01/2012
Finito il: 21/01/2012

Trama

Chiudete gli occhi. Immaginate di trovarvi davanti una strana creatura, incredibile e bellissima con arti agili e possenti, artigli al posto di mani e piedi, un volto dai lineamenti affilati e aguzzi, con creste appuntite sul naso, gli occhi dalla pupilla verticale e la pelle.. pelle di scaglie, pelle di drago, le membrane delle ali attraversate da diverse sfumature di colore luminose.
Adesso aprite gli occhi. Non è più necessario immaginare, perchè quella creatura è reale: si chiama Draki.

Sì, Draki, non draghi. Non lo sono più da secoli, sono solo un vago ricordo dei loro antenati, una piccola fiammella di una candela che sta per consumarsi per sempre a causa degli spietati Cacciatori che danno loro del filo da torcere. Li cercano, li scovano, li perseguitano, li uccidono.
Jacinda fa parte di uno dei clan sopravvissuti che per tutelarsi si è insediato sulle montagne, vicino alle foreste, tutto circondato di nebbia. I Draki hanno leggi ben precise che nessuno può azzardarsi a violare, come ad esempio librarsi nell'aria durante il giorno o far scoprire ad un essere umano che in fondo anche i Draki hanno una parte umana e sono in grado di assumerne le sembianze. Neanche a Jacinda Jones, l'esemplare più speciale del suo clan e forse anche di tutti gli altri, è permesso trasgredirle, ma la sua natura ribelle la spinge a infrangere per l'ennesima volta le regole, solo che questa volta è riuscita a mettere in pericolo se stessa e l'intero clan e sarà proprio con i suoi componenti che dovrà vedersela. Non essendo più disposti a tollerare le sue svolazzate notturne e non potendo permettere che l'unica sputafuoco esistente da generzioni rischi di morire, sono pronti a prendere qualsiasi decisione. Ma prima che qualcuno possa muovere un passo e annunciare la decisione presa dal clan, la madre di Jacinda decide di fuggire con le sue due figlie.
Da quel momento per le tre donne comincia una nuova vita, fatta finalmente della normalità che la madre e la sorella Tamra desideravano da tanto tempo. Ma Jacinda no, lei è una draki, non può rinunciare a quella parte di lei, lasciare che muoia, prosciugata dal clima secco di Chaparral. Inoltre a frequentare la scuola in cui la madre ha iscritto le figlie è anche un giovane e aitante Cacciatore. Come riuscire a gestire una così difficile situazione, fatta di conflitti interiori per capire se è davvero disposta a creare dispiacere alla sua famiglia pur di vedersi libera, e come riuscire a calmare quel pizzicore, quel brivido che la percorre e le fa brillare la pelle quando sente nei paraggi il Cacciatore?
C'è una sola risposta. Jacinda dovrà crescere.


Commento

Firelight porta una ventata d'aria fresca nella categoria Young Adult, allontanandosi dalla lunga scia di vampiri, angeli e licantropi per lasciare spazio ad una nuova razza metà umana e metà con sembianze di drago. Non ho trovato nulla di insensato nelle loro doti o caratteristiche; infatti ci tengo a precisare una cosa che forse dalla trama che ho scritto non risulta poi chiara: il loro manifestarsi in forma Draki è dovuto ad emozioni impetuose, quindi il fatto che la loro pelle si illumini lo interpreto come una ruga di rabbia o una vena in tensione.. nulla a che vedere con lo sbrilluccichio di Edward Cullen, insomma.
Se devo essere sincera però, ho fatto un po' fatica ad immaginarmeli, probabilmente è dovuto al semplice fatto che nessuno prima d'ora ne ha mai parlato e non ho nessuna immagine da cui prendere spunto.
Inoltre non si può dire che i problemi che Jacinda deve affrontare nel corso del libro siano insensati o assillanti. E' vero, sono le fondamenta su cui si basa il libro e vengono portati fino all'ultima pagina, però questo fatto non mi ha annoiata o esasperata perchè, se ci soffermassimo a pensare alla validità delle difficoltà da superare, quanto sia arduo decidere, ci accorgeremmo che in effetti non è così semplice prendere posizione. Un fattore che forse aiuta il lettore a superare anche l'eventuale noia è sicuramente lo stile. Di solito non approvo l'utilizzo di frasi brevi dove non c'è una situazione in cui conviene creare suspance e, infatti, anche in questo libro all'inizio mi dava un po' fastidio, tuttavia poi mi sono accorta che è di grande aiuto allo stile in prima persona: si viene a creare un ritmo incalzante che ti rende partecipe, fa breccia dentro di te e ti fa sentire un po' Jacinda.
Essendo il primo di una trilogia mi aspetto molto da questo libro che è riuscito a emozionarmi, a farmi distogliere momentaneamente lo sguardo dai compiti per rivolgerlo alla copertina e desiderare l'arrivo del weekend per poterlo continuare, è riuscito a farmi partecipare attivamente alle vicende narrate.
Essendo appunto una trilogia è quindi possibile che sia solo un libro-introduzione, come li definisco io, ovvero un libro in cui viene sono introdotta la storia che poi verrà ampliata e gestita meglio nei seguiti. Sono certa - o almeno lo spero - che il secondo libro prenderà una piega più avventurosa e che approfondisca la cultura dei Draki e qualche particolare sui Cacciatori.
Per questo do 4 stelline e non cinque: attendo la conferma del secondo volume della trilogia!
Lo consiglio alle lettrici romantiche e anche a coloro che, pur non andando pazze per il genere rosa, non disprezzano un po' di amore sincero e appassionato e un buon libro da divorare in soli due giorni! ;) **Sì, ho impiegato sette giorni per finirlo, ma in realtà ne ho letto metà domenica 15 e ripreso solo sabato 21 :( **

Voto: ****


About Vanish: Trama in inglese avrei voluto provare a tradurvela io, ma sono a corto di tempo.. al limite modificherò più tardi il post.. scusate!! :(


Yvaine

2 commenti:

  1. Mi intriga molto questo Firelight, credo che se lo troverò, lo prenderò!
    Comunque, c'è qualcosa per te qui: http://martensmistakes.blogspot.com/2012/01/versatile-blogger-ma-io-proprio-io.html

    RispondiElimina
  2. ehi qst libro mi aveva conquistata già da tempo: sn tentata di acquistralo in lingua originale, compreso il seguito: è semplice cm struttura grammaticale in italiano???

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...