domenica 27 febbraio 2011

I Diari delle Streghe: Il Destino a volte scrive giàil nostro futuro, ed è più forte della nostra voglia di contrastarlo..

Saga composta da quattro libri di Lisa Jane Smith
- L'iniziazione
- La prigioniera
- La fuga (in lingua originale unito al secondo)
- Il potere

Iniziato il: 16/01/11
Finito (ahimè) il: 21/02/11

Trama:

La vita di Cassie scorre monotona e tranquilla. è una ragazza normale, con interessi e preoccupazioni normali, ma deve ancora venire a conoscenza di qualcosa di speciale che lei possiede.
Dopo la sua noiosa vacanza a Cape Cod tutto cambia: la madre la costringe a trasferirsi a New Salem per via dei problemi di salute della nonna, e proprio sulla spiaggia di Cape Cod incontra un misterioso ragazzo che le fa provare sensazioni a lei sconosciute. Il trasferimento è l'ultima cosa che Cassie vorrebbe e la situazione si complica quando inizia ad essere soggetta agli scherzi poco piacevoli di Faye, una ragazza prepotente e fin troppo sicura di sé. Le cose sembrano aggiustarsi un poco con l'intervento di Diana, con la quale Cassie stringe subito un profondo legame. Ma quell'amicizia la porterà a scoprire i suoi poteri di strega e per questo sarà accettata nella congrega di cui fanno parte anche Diana e Faye. Ciò non comporterà solo gioia nel cuore di Cassie per essere riuscita a far parte di qualcosa e sentirsi accettata, ma la porterà anche ad immergersi in un mondo pieno di magia e misteri e a soffrire. Tutto ha inizio con alcune morti sinistre e toccherà proprio a lei scoprire chi si nasconde dietro questi terribili eventi.. 

Commento:

I diari delle Streghe è un libro piacevole da leggere e semplice. La scrittura non è molto articolata e proprio per questo, e con il suo tono costante, riesce a tenere ben saldo il lettore alle pagine del libro. Tra un avvenimento e l'altro non passa mai troppo tempo, difatti sembra che accada tutto in un solo giorno.
La storia incuriosisce e conquista man mano che si sfogliano le pagine. La scrittrice riesce bene a trasmettere al lettore le immagini che descrive e le varie sensazioni, tanto che varie volte ho percepito l'inquietudine dei personaggi e un pizzico di paura e spesso mi ha lasciata col fiato sospeso. Alla Smith devo anche riconoscere che è riuscita a non cadere nella banalità. Spesso quando si parla di libri di streghe, si pensa a formule magiche sciocche, filastrocche da quattro soldi, insomma come quelle che ci si inventa da bambini. Ma veramente, questo genere di banalità non sfiora neanche uno solo degli incantesimi scritti.
La trama è abbastanza prevedibile in certi punti, ma comunque non annoia, perchè alcune cose si intuiscono, anche se il percorso per arrivare a quella conclusione non è sempre facile ed ovvio.
Infine, credo che la suddivisione in quattro libri sia inappropriata e insensata. Non capisco davvero con che criterio abbiano spezzato la storia.. un'idea credo l'abbiamo tutti, quello del guadagno, comunque..
Quattro stelline meritate pienamente!

Voto: **** 

Alisa

1 commento:

  1. Condivido quasi tutto quello che hai scritto! E' vero, alcune parti sono davvero banali e un po' scontate, altre invece un po' meno. Comunque è stata una lettura piacevole, l'ho finito davvero in pochi giorni!

    Complimenti per il blog, davvero carino. ^^

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...