mercoledì 5 gennaio 2011

Legacy: Agire per dovere, o seguendo il nostro volere?

Primo libro della trilogia ancora in corso; Legacy, di Cayla Kluver

Iniziato il:29/10/10
Finito il: 05/01/11

Trama e commento:


Mio malgrado, mi ritrovo qui a dare quattro stelline a questo libro.. Ero partita con una considerazione bassa e decisa a non dare più di 3 stelle a questo romanzo, tuttavia mi sembrava ingiusto perchè proprio verso l'ultima parte mi ha davvero catturata!

Alera, principessa di Hytanica, vive tranquilla la sua vita, forse diventata troppo monotona, finchè suo padre non decide che dovrà sposarsi entro il suo diciottesimo compleanno. L'unico pretendente che corrisponde a tutte le esigenze del re è Steldor, figlio del capitano delle guardie. Ma il giovane è anche l'ultimo uomo che Alera desidera avere al suo fianco. Per quanto sia avvenente, bello, a volte anche galante e che riesca a farle un certo effetto, la principessa non riesce ad ignorare i suoi difetti: è irritante con la sua arroganza, la presunzione e il continuo divertimento che prova nel metterla a disagio.
Un giorno a corte giunge Narian, un ragazzo misterioso e affascinante. <<Il dovere è importante. Ma a un certo punto dovrete scegliere se adempiere ai vostri doveri o vivere la vostra vita.>>
Le sue parole rimbombano come un'eco nella mente di Alera per molto tempo, ma quale sarà la sua decisione sofferta e combattuta, in entrambi i casi?

Detta questa piccola introduzione al libro, posso esprimere il mio commento.
Legacy mi è parso subito come un libro introduttivo al vivo della storia, ma non è neanche poi tanto pesante da leggere e verso la metà si fa più interessante, fino a concludersi con un finale inaspettato, facendo crescere nel lettore la voglia di divorarne il seguito -sperando che sia all'altezza del primo, se non addirittura migliore.
La storia, per l'appunto, si sviluppa piano tra festeggiamenti sontuosi e la consueta vita di palazzo, però promette bene.
I personaggi sono delineati abbastanza bene, anche se mi sembra che cambino il proprio umore troppo repentinamente, a volte. 
Indubbiamente i personaggi che colpiscono di più sono London, del quale si è raccontato ancora troppo poco; Steldor col suo sarcasmo ha ancora qualcosa da raccontare; e Narian che ha lasciato un po' tutti spaesati. 
Anche Cannan non mi è dispiaciuto, nonostante la sua rigidità, ma rispetto agli altri ha qualcosa in meno.
La scrittura non è così malvagia da come mi ero aspettata dai commenti letti prima di prendere in mano il libro. Molti criticano il fatto che il romanzo sia stato scritto da una quindicenne, tuttavia non trovo giusta quest'affermazione..Cayla avrà sicuramente rivisitato il testo essendo più matura, e avrà sicuramente arricchito con dei particolari più elaborati la sua storia. E per un'esordiente non è male come inizio!
Dunque la lettura non trova particolari ostacoli e tutto scorre piuttosto fluidamente sotto gli occhi del lettore.

Voglio proprio vedere come scioglierà la matassa la giovane autrice, intanto aspetto con ansia il seguito! ^^

Voto: **** 

Alisa

5 commenti:

  1. Ciao! XD Ero un po' indecisa su questo libro...ma dopo aver letto questa recensione, devo dire che sono curiosa di leggerlo! Lo aggiungerò alla lista desideri su aNobii! XD

    RispondiElimina
  2. Ihihih!
    Sono felice di esserti stata utile! =)
    Comunque secondo me è un libro che vale la pena avere (già solo per il fatto della copertina che fa molto medioevo xD)!!

    RispondiElimina
  3. Ancora una volta sono tentato a darti retta e a farci un pensierino :)

    RispondiElimina
  4. Ahahah! Non so se a te conviene! Non ce la vedo come lettura maschile. Prima di acquistarlo me lo farei imprestare fossi in te.. poi magari sbaglio =)

    RispondiElimina
  5. L'ho comprato appena è uscito, ma ancora non l'ho letto.. uff, troppi libri :P
    Molto carino il tuo blog, mi sono aggiunta ai lettori fissi ^^

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...